Radiosa Music

on air

" MUSIC TIME"

12.00-15.00

News Scontri in America – TRUMP e la sua disperata battaglia elettorale: “Non ci arrenderemo mai”

23:59 Facebook ha rimosso il video in cui Trump si rivolge ai suoi sostenitori. Nel video aveva invitato a “tornare a casa” ma utilizzando un tono comprensivo e tornando a parlare di frode elettorale.

23:38 La polizia americana: “L’edificio del Campidoglio degli Stati Uniti è ora sicuro.”

La storia non ricorda precedenti. Migliaia di sostenitori dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump hanno invaso la sede del Parlamento, interrompendo la cerimonia per la certificazione della vittoria del Presidente Eletto Joe Biden.

@ANSA

Questa non è una protesta, è un’insurrezione. La nostra democrazia è sotto un assalto senza precedenti, un assalto contro i rappresentanti del popolo“, queste le parole di Biden, che ha inoltre invitato Trump ad andare in diretta TV per richiamare all’ordine i suoi fan.

Scontri e feriti a Capital Hill, nel cuore della democrazia americana. Nulla hanno potuto i cordoni della polizia americana contro l’azione immediata di migliaia di sostenitori di Trump (alcuni anche armati e in tenuta militare) che hanno fatto irruzione nel Campidoglio americano. Immediato l’allarme che ha fatto scattare un lockdown generale, sospendendo le cerimonie in corso. La polizia ha dovuto impugnare le armi e sparare lacrimogeni ordinando a invitati, senatori e deputati di stendersi per terra indossando maschere anti-gas.

@ANSA

Quella di quest’oggi è l’ultima disperata battaglia di Donald Trump: “Non ci arrenderemo mai, non concederemo mai la vittoria”. E’ stato rinvenuto anche un dispositivo esplosivo improvvisato vicino al Congresso. Lo riporta Nbc, sottolineando che non è ancora chiaro dove esattamente sia stato trovato.

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •